Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.


Registrati
Non ricordi la password?
Richiedi l'e-mail di attivazione.
Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione, oppure accedi con il tuo account Facebook in un attimo.
Home
Forum
Locali
Negozi
Scuole
Dove andiamo stasera?
Eventi
Video (beta)

Ci trovi anche nelle pagine di






Agosto 2019
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
[18] 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

No calendar events were found.

Autore Topic: corsi di portamento  (Letto 9281 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Mambo64

  • IL GRILLO DEL FORUM
  • so stff de dt
  • ******
  • Post: 4050
Re: corsi di portamento
« Risposta #30 il: 30 Agosto 2007, 14:38:30 »
  • Publish
  • Publish
  • Secondo me dipende molto dall'insegnante e dalle basi che ha.

    Sono dell'idea,come dice Mambo,che va tutto dosato ed inserito ma per gradi,e onestamente prima delle braccia penso a far capire bene i pesi,le figure,e che gli allievi riescano a fare tutto a tempo..

    Credo che i pasitos e la gestualita' possano essere inseriti da un corso intermedio (cioe' circa dopo un anno di lezioni),salvo casi di corsi dove gli allievi imparano talmente in fretta che si puo' anticipare (ed ogni corso comunque fa caso a se',parliamo per maggioranza di casi).

    Gia' dal corso base,comunque,insisto sulla postura,sul non appoggiare i talloni,e sul cercare la giusta resistenza nelle braccia,per la controguida.

    Poi noi offriamo in parallelo corsi di gestualita',facciamo vari stage anche con altri maestri durante l'anno e invitiamo gli allievi alle manifestazioni esterne alla scuola,per ampliare il loro modo di vedere e apprezzare il ballo..

    Secondo me Gatto e mambo dite piu' o meno la stessa cosa,dovete specificare a che livello di apprendimento fate riferimento.. :eusa_shifty:



    io non ne faccio tanto una questione di livello quanto una questione di carattere x molti me compreso non semplice mollare la ballerina in pista e mettersi a ballare da soli
    io dico sempre "mal comune mezzo gaudio".. poi se come  portamento si intende anche non spezzare la ballerina mentre stai ballando non ballare saltellando come un canguro o robe di questo genere un altra faccenda... ma in genere come portamento di solito si intende movimenti di bacino, movimenti di spalle e cose di questo genere cosa che x buona parte dei ballerini maschi e qualche volta anche femmine pura fantascienza allora dico che dovrebbero essere scelte molto personali che uno affronta l momento che ritiene opportuno salvo che non voglia fare il ballerino/a di professione in fin dei conti il ballo come concepito dalla maggior parte degli utenti una fonte di divertimento e di svago poi ogni altra interpretazione puramente personale
    E allora scrivero'... BUON COMPLEANNO MAMBO TI AMO... ma non solo io.. tutti ti amiamo! 
    detto fatto tolta la faccina..

    Offline Domino

    • al m'ha tirt matt
    • *****
    • Post: 2204
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #31 il: 30 Agosto 2007, 14:43:35 »
  • Publish
  • Publish
  • se intendi il ballo come attivita didattica dove uno deve imparare delle cose allora io dico che secondo me il tempo l'ABC del ballo
    per cui uno meglio che cominci ad imparare l'ABC  e visto che pure attivita sociale ed in 2 si impara meglio e meglio che impari delle figure
    per potersi divertire con la ballerina.. dopo che uno ha fatto questo allora se la sua indole lo prta ad andare avanti e migliorare allora si puo cercare
    tutti i corsi che preferisce e gli stili che preferisce c' gente che balla e si diverte avando fatto magari solo un corso base e c' gente che non si diverte piu  pur avendo fatto migliaia di corsi perche non sa piu cosa inseguire...
    senza contare questo lo dico sulla mia pelle che se mi avessero fatto fare corsi con miigliaia di passitos magari mi sarei rotto le balle ed avrei cambiato attivita
    questo solo per dire che ogni cosa a suo tempo e sicuramente un corso di portamento e meglio che uno la faccia quando ha gia preso dimentichezza con il tempo e sopratutto con il suo corpo che la cosa piu difficile tutto serve e tutto interessante ma bisogna vedere poi alla fine cosa vuole uno dal ballo se vuole solo uno strumento per inserirsi in un contesto sociale non ha bisogno di tutto ha bisogno di quello che serve per partire
    questo il mio modo di intendere il ballo da puro utente...
    e poi forse prima dei passitos o del portamento se fossi io un maestro insegnerei l'educazione del comportamento in ambienti pubblici affollati...
    regola 1 se una cosa non si puo fare non si fa...

    spero di essere stato un po piu chiaro

    Quotone per Mambo!

    Pienamente d'accordo anche io  :023: :023: :023:
    Ottimo lavoro, mucchietto d'ossa!

    Offline Domino

    • al m'ha tirt matt
    • *****
    • Post: 2204
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #32 il: 30 Agosto 2007, 14:45:02 »
  • Publish
  • Publish
  • Secondo me dipende molto dall'insegnante e dalle basi che ha.

    Sono dell'idea,come dice Mambo,che va tutto dosato ed inserito ma per gradi,e onestamente prima delle braccia penso a far capire bene i pesi,le figure,e che gli allievi riescano a fare tutto a tempo..

    Credo che i pasitos e la gestualita' possano essere inseriti da un corso intermedio (cioe' circa dopo un anno di lezioni),salvo casi di corsi dove gli allievi imparano talmente in fretta che si puo' anticipare (ed ogni corso comunque fa caso a se',parliamo per maggioranza di casi).

    Gia' dal corso base,comunque,insisto sulla postura,sul non appoggiare i talloni,e sul cercare la giusta resistenza nelle braccia,per la controguida.

    Poi noi offriamo in parallelo corsi di gestualita',facciamo vari stage anche con altri maestri durante l'anno e invitiamo gli allievi alle manifestazioni esterne alla scuola,per ampliare il loro modo di vedere e apprezzare il ballo..

    Secondo me Gatto e mambo dite piu' o meno la stessa cosa,dovete specificare a che livello di apprendimento fate riferimento.. :eusa_shifty:



    io non ne faccio tanto una questione di livello quanto una questione di carattere x molti me compreso non semplice mollare la ballerina in pista e mettersi a ballare da soli
    io dico sempre "mal comune mezzo gaudio".. poi se come  portamento si intende anche non spezzare la ballerina mentre stai ballando non ballare saltellando come un canguro o robe di questo genere un altra faccenda... ma in genere come portamento di solito si intende movimenti di bacino, movimenti di spalle e cose di questo genere cosa che x buona parte dei ballerini maschi e qualche volta anche femmine pura fantascienza allora dico che dovrebbero essere scelte molto personali che uno affronta l momento che ritiene opportuno salvo che non voglia fare il ballerino/a di professione in fin dei conti il ballo come concepito dalla maggior parte degli utenti una fonte di divertimento e di svago poi ogni altra interpretazione puramente personale

    Ri-d'accordo ancora con te!!!  :023: :023: :023:
    Ottimo lavoro, mucchietto d'ossa!

    Offline gattomax

    • so stff de dt
    • ******
    • Post: 4201
      • http://www.isolatina.it
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #33 il: 30 Agosto 2007, 15:14:52 »
  • Publish
  • Publish
  • io non ne faccio tanto una questione di livello quanto una questione di carattere x molti me compreso non è semplice mollare la ballerina in pista e mettersi a ballare da soli
    io dico sempre "mal comune mezzo gaudio".. poi se come  portamento si intende anche non spezzare la ballerina mentre stai ballando non ballare saltellando come un canguro o robe di questo genere è un altra faccenda... ma in genere come portamento di solito si intende movimenti di bacino, movimenti di spalle e cose di questo genere cosa che x buona parte dei ballerini maschi e qualche volta anche femmine è pura fantascienza allora dico che dovrebbero essere scelte molto personali che uno affronta l momento che ritiene opportuno salvo che non voglia fare il ballerino/a di professione in fin dei conti il ballo come è concepito dalla maggior parte degli utenti è una fonte di divertimento e di svago poi ogni altra interpretazione è puramente personale
    Giusto, questione d carattere ma anke d conoscienza...
    Se sai fare bene una cosa nn hai paura d mostrarla, diversamente devi avere carattere (o sbattertene le balle ke è meglio)...
    Un po' come una ke c'ha un bel cuxo: generalmente appena può lo mette in mostra ma c sono anke tipe ke nonostante abbiano una portaerei se ne fregano e mettono i pantacollant! (xò il cuxo o ce l'hai bello o nn c puoi fare molto, x ballare cn eleganza si può studiare...)
    Io intendo il portamento nn limitato all'esecuzione dei pasitos ma anche alla padronanza del proprio corpo durante il ballo in coppia, x per portamento corretto quello ke rende gradevole ed elegante il ballo (e tecnicamente corretto).

    Ognuno ha dei limiti, spetta al singolo decidere d superarli..

    Io dico "mal comune an sè nde mer.da..."
    « Ultima modifica: 30 Agosto 2007, 15:25:11 da gattomax »
    www.isolatina.it


    Se sei degno del suo amore, un gatto sar tuo amico, ma mai il tuo schiavo. (Theophile Gautier)

    Offline altea82

    • LA SIGNORINA "OCCHI BELLI" DEL FORUM
    • che lngua
    • ****
    • Post: 1218
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #34 il: 30 Agosto 2007, 15:24:16 »
  • Publish
  • Publish
  • a secondo del carattere uno pu o accontentarsi di ballare o cercare il continuo miglioramento...

    in ogni caso ci si diverte ma dipende come si vive il ballo...

    potrei diventare cattiva quindi cerco di limitarmi...

    c' chi balla latino solo ed esclusivamente x conoscere gente... quindi pu accontentarsi di saper ballare
    e chi ama ballare e quindi cerca si migliorarsi...
    ...un giorno senza sorriso un giorno perso...

    Offline gattomax

    • so stff de dt
    • ******
    • Post: 4201
      • http://www.isolatina.it
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #35 il: 30 Agosto 2007, 15:27:33 »
  • Publish
  • Publish
  • potrei diventare cattiva quindi cerco di limitarmi...


     :1473: :1473: :1473:

     :scared0012: :scared0012: :scared0012:

     :sad0005: :sad0005: :sad0005:

    io nn c'entro....
     :be mine!:
    www.isolatina.it


    Se sei degno del suo amore, un gatto sar tuo amico, ma mai il tuo schiavo. (Theophile Gautier)

    Offline stunzycher

    • Moderator
    • al m'ha tirt matt
    • *****
    • Post: 2882
      • http://www.salsabergamo.it
    Re: corsi di portamento
    « Risposta #36 il: 30 Agosto 2007, 15:55:26 »
  • Publish
  • Publish
  • Secondo me dipende molto dall'insegnante e dalle basi che ha.

    Sono dell'idea,come dice Mambo,che va tutto dosato ed inserito ma per gradi,e onestamente prima delle braccia penso a far capire bene i pesi,le figure,e che gli allievi riescano a fare tutto a tempo..

    Credo che i pasitos e la gestualita' possano essere inseriti da un corso intermedio (cioe' circa dopo un anno di lezioni),salvo casi di corsi dove gli allievi imparano talmente in fretta che si puo' anticipare (ed ogni corso comunque fa caso a se',parliamo per maggioranza di casi).

    Gia' dal corso base,comunque,insisto sulla postura,sul non appoggiare i talloni,e sul cercare la giusta resistenza nelle braccia,per la controguida.

    Poi noi offriamo in parallelo corsi di gestualita',facciamo vari stage anche con altri maestri durante l'anno e invitiamo gli allievi alle manifestazioni esterne alla scuola,per ampliare il loro modo di vedere e apprezzare il ballo..

    Secondo me Gatto e mambo dite piu' o meno la stessa cosa,dovete specificare a che livello di apprendimento fate riferimento.. :eusa_shifty:



    io non ne faccio tanto una questione di livello quanto una questione di carattere x molti me compreso non semplice mollare la ballerina in pista e mettersi a ballare da soli
    io dico sempre "mal comune mezzo gaudio".. poi se come  portamento si intende anche non spezzare la ballerina mentre stai ballando non ballare saltellando come un canguro o robe di questo genere un altra faccenda... ma in genere come portamento di solito si intende movimenti di bacino, movimenti di spalle e cose di questo genere cosa che x buona parte dei ballerini maschi e qualche volta anche femmine pura fantascienza allora dico che dovrebbero essere scelte molto personali che uno affronta l momento che ritiene opportuno salvo che non voglia fare il ballerino/a di professione in fin dei conti il ballo come concepito dalla maggior parte degli utenti una fonte di divertimento e di svago poi ogni altra interpretazione puramente personale

    sicuramente il ballo espressione di noi stessi,per cui vissuto in modo sempre soggettivo!

    intendevo differenziare il livello perche' secondo me nel primo anno gia' tanto riuscire a capire cosa si fa,a superare l'handicap della pista,a trovare partner con cui ballare..che poco resta per pensare al "come " lo si fa!  :001:

    Credo che un buon insegnante dall'intermedio in su,se vuole offrire una buona didattica debba saper dare qualcosa in piu' oltre alle figure (altrimenti con tutti i corsi su you tube le scuole avrebbero gia' chiuso!!)..

    Portamente inteso come dice gattomax,ma anche isolazione del corpo e insegnare a prendere consapevolezza di cio' che si fa ( io insegno anche agli uomini a cercare di pensare a cosa fan fare alla donna,per riuscire a comandarla meglio)

    Io ad esempio insegno i pasitos nel riscaldamento, e ogni volta li si rispolvera..

    E' vero che a non tutti piacciono ( e non sono assolutamente tenuti a farli in pista,ci mancherebbe) ma sono ottimi esercizi per i pesi e per l'equilibrio,oltre che aiutare alla padronanza dei movimenti su tempi differenti (ad esempio nelle pause o con sincopati)

    Come la gestualita'..
    sui vari pasitos e nei vari giri si mettono le braccia,si insegnano gli spot della testa..ma non assolutamente obbligatorio farli in pista..

    L'insegnamento offre strumenti: sta all'allievo la facolta' di apprenderli per utilizzarli o meno!

    Ma limitativo al massimo offrire solo una parte di tutto cio' che,a mio avviso,serve..
    la scelta sul cosa "prendere" o meno dal mio insegnamento la lascio all'allievo..

    anche perche' parto sempre dal presupposto che sono una persona,e come tale commettero' sicuramente degli errori..
    Cerco di offrire la maggior completezza e preparazione possibile proprio per limitare al massimo gli errori da parte mia..

    quello che poi uno vuol prendere lo fa! :001: